La produzione

  • la produzione la produzione
  • il lavaggio il lavaggio
  • la frangitura la frangitura
  • la gramulazione la gramulazione
  • la estrazione a centrifuga la estrazione a centrifuga
  • la separazione la separazione

Il nostro olio

Il sistema di lavorazione che dalle olive conduce al nostro olio è fondamentale; infatti una corretta trasformazione in frantoio incide all'80% sulla bontà del risultato finale. Un processo di lavorazione scadente, o effettuato con impianti ossidati, rovinerebbe notevolmente il lavoro condotto nell'oliveto e lo sforzo degli accorgimenti usati nel trasporto sollecito delle drupe.

Con questa consapevolezza nasce la nostra attività di produzione di un olio realizzato secondo antichi e naturali processi lavorativi. Esso è ottenuto da una lavorazione priva di manipolazione chimica ed in condizioni segnatamente termiche, ovvero senza che si producano alterazioni dovute alla temperatura di lavorazione; il suo gusto conserva inalterato il sapore delle olive con cui viene ad essere ottenuto e ha una acidità massima, espressa in acido oleico, dello 0,15%.

Ha una densità di valore medio. In esso si possono osservare i principali attributi sensoriali peculiari della cultivar, la Nocellara del Belice, che si è distinta nel mondo per l'elevata intensità del suo gradevole fruttato di oliva e di altra frutta e verdura, per il suo intenso ma equilibrato sapore amaro e piccante e per la presenza, al gusto, di evidenti e gradevoli sensazioni di "frutta secca", "frutta matura", "verdura acerba" e "verdura matura” miscelate in modo armonico.

Il suo colore è verde con riflessi giallo oro ed il suo sapore ineguagliabile e pregiato al palato. Il suo utilizzo è adatto alla rifinitura di grandi piatti, esalta infatti qualsiasi tipo di pietanza.

Il colore e la fragranza, che lo contraddistinguono, portano sulla tavola il profumo dei campi, il sapore e la genuinità della nostra natura incontaminata.

Estrazione dell'Olio con sistema di lavorazione a freddo

La qualità dell’olio extravergine d' oliva EULIVO la si costruisce in campo, la si mantiene in frantoio con una molitura a ciclo continuo e la si consolida con una corretta conservazione.




cms-img

L'olivicoltura della Valle del Belice è rappresentata da un'unica varietà: la Nocellara del Belice. La superficie investita alla coltura dell'olivo supera i 10 milioni di ettari con 1,8 milioni circa di piante d'olivo.

cms-img

Si svolge da settembre a ottobre, quando le olive sono in fase di piena maturazione. La migliore conservazione delle olive si ottiene con cassette di plastica ampiamente finestrate.



cms-img

Le olive vengono riverse nella tramoia e tramite il piano vibrante del defogliatore vengono aspirate polvere, rametti e foglie.

cms-img

Le olive defogliate vengono sottoposte al lavaggio per eliminare residui di terra ed impurità varie.



cms-img

Le olive lavate vengono inviate al frangitore per la fase di molitura e grazie ad un sistema composto da martelli e coltelli mobili si ottiene la pasta di olive.

cms-img

Fase in cui la pasta di olive entra in una vasca di acciaio, verrà mescolata dolcemente e lentamente per rompere l’emulsione di acqua/olio, mentre si tiene sotto controllo la temperatura che non dovrà mai superare i 20°C.



cms-img

La pasta di olive subisce una centrifugazione mediante il decanter che separa la fase liquida, costituita da acqua di vegetazione e olio, da quella solida, detta sansa.

cms-img

Il mosto, acqua di olio, verrà separato in un’ultima centrifuga e si otterrà così OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA



cms-img

Vengono prelevati dei campioni e vengono fatti analizzare in laboratorio. Poi si procede all’imbottigliamento solo poco prima della vendita per conservare tutte le caratteristiche olfattive e gustative.


Product successfully added to the product comparison!